Presentazione del programma della 8^ edizione del Festival di cortometraggi “C’È UN TEMPO PER… L’INTEGRAZIONE”.

C'È UN TEMPO PER. L'INTEGRAZ​IONE


Presentazione del programma della 8^ edizione del Festival di cortometraggi “C’È UN TEMPO PER… L’INTEGRAZIONE”.



Testo dell'articolo: 
Per la prima volta in versione “estiva”, eccoci prossimi alla partenza del’8^ edizione del festival di cortometraggi “C’è un tempo per… l’integrazione”, in programma dal 9 al 14 giugno con diversi appuntamenti dislocati tra Bergamo, Villongo e Sarnico.

Da un punto di vista geografico, questa 8^ edizione del festival di cortometraggi “C’è un tempo per… l’integrazione” vede rappresentata tutta l’Italia, da Aosta ad Agrigento, della cinematografia in formato breve. Tra le 30 opere che hanno partecipato al bando chiusosi lo scorso 17 maggio anche opere provenienti da Spagna Svizzera, Belgio e, per la prima volta, Emirati Arabi Uniti. 10 i cortometraggi selezionati e sottoposti alle due differenti giurie, quella “istituzionale” per l’assegnazione del premio di 1000€ per la sezione NAZIONALE-INTERNAZIONALE e quella “sul campo” per l’assegnazione del premio di 500€ alla memoria di Saad Zaghloul per la sezione SCUOLA-TERRITORIO. Agli studenti dell’Istituto Superiore Serafino Riva di Sarnico il compito di assegnare la Targa “L’Eco di Bergamo” che anche quest’anno patrocina il Festival.

Oltre alla bella stagione, si spera nel bel tempo meteorologico per la serata di sabato 14 giugno, quando la piazza Besenzoni sul lungolago di Sarnico ospiterà la proiezione all’aperto delle opere finaliste e la cerimonia di premiazione. Il Cine Junior è la rassicurante è già testata nelle precedenti edizioni location di riserva.

L’avvio del festival è dedicato ad alcune produzioni cinamtografiche locali frutto del progetto FACE2FACE – Interazione per l’integrazione” realizzato dal CESVI, ONG bergamasca che sin dalla sua origine, promuove in Italia progetti interculturali e campagne di sensibilizzazione che contribuiscano ad una corretta lettura del fenomeno migratorio e promuovano integrazione, anche attraverso il coinvolgimento attivo delle comunità di origine straniera. Migranti e giovani di seconda generazione sono i co-autori e protagonisti dei 5 corti che verranno presentati nel corso di “Face2Place - I volti delle città europee: storie di migrazione tra ieri ed oggi”, in programma lunedì 9 giugno alle ore 21.00 presso il Cinema Conca Verde (ingresso libero). 5 storie di integrazione possibile raccontate attraverso luoghi e non luoghi divenuti familiari nel vissuto quotidiano di chi vive in alcune metropoli europee, ma anche in città di dimensioni minori. Per scoprire abitudini, hobby, luoghi, passioni e sogni che nella diversità ci accomunano.

Sempre al Cinema Conca Verde di Longuelo ospiterà mercoledì 11 e giovedì 12 giugno, alle ore 21.00 la proiezione del lungometraggio scelto dalla SAS per approfondire le tematiche migratorie e dell’integrazione: LA GABBIA DORATA (LA JAULA DE ORO, Messico/Spagna, 2013, 102’), opera prima di Diego Quemada-Diez che racconta in modo coinvolgente, profondo e toccante il tentativo di tre adolescenti guatemaltechi, Juan, Sara e Samuel, di raggiungere gli Stati Uniti d'America per inseguire il sogno di un'altra vita, lontano dalla povertà in cui sono cresciuti.

Un’anteprima del Festival ci sarà già domenica 8 giugno all’interno dell’ “Happening delle cooperative sociali” con la proiezione di alcuni cortometraggi “musicali” delle precedenti edizioni quale prologo all’esibizione di BEPI & THE PRISMAS nel concerto denominato “NOTER-OTHERS” per la FESTA DEI POPOLI promossa dall’ufficio per la Pastorale dei Migranti. Lo stesso ufficio diocesano lancerà on-line (https://www.youtube.com/watch?v=BFGfsLpkk_Q) in questa domenica di Pentecoste il video “NESSUNO È STRANIERO, NESSUNO È ESCLUSO, NESSUNO È LONTANO” realizzato in occasione del 20° di fondazione per presentare le attività dell’ufficio oggi.

Nel solco delle produzioni video locali, il Festival ha promosso la realizzazione di un videoclip di presentazione del report 2013 del BAROMETRO DELL’INTEGRAZIONE elaborato dal l’Agenzia per l’integrazione che sarà presentato nella serata di gala del Festival in programma sabato 14 a Sarnico.

Il cinema in formato corto dedicato alla tematica dell’integrazione tra persone e popoli di diversa appartenenza culturale e residenti nello stesso territorio diventa in questa 8^ edizione occasione di formazione. Venerdì 13 giugno dalle ore 9.00 alle ore 13.00 è in programma una MASTERCLASS del regista di origine cilene immigrato in Francia “Rodrigo Litorriaga”. La visione e analisi di 3 suoi cortometraggi contribuirà alla costruzione di un esempio di conflitto tra la narrazione cinematografica e la narrazione identitaria e a capire come un regista risultato dei processi migratori cerca di risolvere il problema della rappresentazione nel cinema.

Questo è quanto riserva al pubblico, che si auspica anche quest’anno numeroso e multiculturale ad ogni appuntamento, l’8^ edizione del Festival, prodotto di un comitato organizzatore promosso dalla Comunità Montana Laghi Bergamaschi (Ambito Basso Sebino), composto da molteplice realtà coordinate dalla coop. Interculturando e che si avvale quest’anno di un contributo della Fondazione della Comunità Bergamasca.
HELP US TO GROW!
Copy and paste the banner code in your website.