Login | Registrazione

MED-LIMES "Ai Confini del Mediterraneo", Immagini e racconti dai confini del Mediterraneo

Via Benedetto Croce 10 Salerno (SA) IT
notifications_active
30/04/2019
query_builder
75'

attach_money
Gratuito

attach_file
PDF icon regolamento_iscrizioni_med_limes_2019.pdf
attach_file
PDF icon domanda_di_partecipazione_e_liberatoria_med-limes_2019.pdf
attach_file
PDF icon regulation_med_limes_2019.pdf
attach_file
PDF icon entry_form_disclaimer_eng_med_limes_2019.pdf
Logo of MED-LIMES "Ai Confini del Mediterraneo", Immagini e racconti dai confini del Mediterraneo
Periodo del Festival: 
da Venerdì 24 Maggio 2019 a Domenica 26 Maggio 2019
Descrizione del Festival: 

Med-Limes “Ai Confini del Mediterraneo”, Immagini e racconti dai confini del Mediterraneo è una Rassegna Internazionale del Cortometraggio promossa dalla FONMED – “Fondazione Sud per la Cooperazione e lo Sviluppo nel Mediterraneo” e che si svolgerà per la seconda edizione a Salerno dal 24 al 26 maggio 2019.

Med-Limes “Ai Confini del Mediterraneo” pone l’attenzione sui temi caldi della nostra epoca. Il dramma dell’immigrazione, la scarsità di risorse idriche e alimentari per soddisfare il fabbisogno di milioni di individui, la discriminazione nei confronti delle altre culture sono i temi e i contenuti su cui si basano le produzioni cinematografiche che sono invitate a partecipare alla manifestazione.

I temi della Rassegna riprendono i Millennium Development Goals, 17 obiettivi che sono stati pensati dall’ONU come parte di un programma di sviluppo sostenibile per migliorare la vita di tutti i popoli del pianeta in modo universale, inclusivo e indivisibile.

Gli obiettivi generali che la Rassegna Internazionale del cortometraggio Med-Limes “Ai Confini del Mediterraneo” si propone di perseguire sono:

1) Utilizzare il mezzo cinematografico per diffondere e far conoscere le differenti culture e identità che convivono nell’area mediterranea.
2) Far conoscere le produzioni cinematografiche minori, opere di registi emergenti che hanno un grande valore culturale.
3) Porre l’attenzione sui temi dei 17 SDG, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile; diffondendone i principi, gli strumenti e gli impegni individuali che ogni cittadino e Stato firmatario può assumersi per il loro raggiungimento.

Med-Limes “Ai Confini del Mediterraneo” si rivolge ai popoli del Mediterraneo ma in senso più ampio a tutti i popoli del mondo. In particolar modo alle giovani generazioni che bisogna educare ai temi del rispetto del prossimo e dell’ambiente.

Per iscriversi alla rassegna è necessario scaricare e compilare in ogni sua parte:

• Scheda di iscrizione;
• Liberatoria

I documenti correttamente compilati vanno inviati a info@fonmed.it entro il 30 Aprile 2019

È possibile iscriversi anche tramite piattaforma Filmfreeway al seguenti link: https://filmfreeway.com/MED-LIMES-Ai-Confini-del-Mediterraneo

L'iscrizione tramite piattaforma filmfreeway dovrà essere completata inviando la scheda d'iscrizione e la liberatoria come da regolamento.

Invitiamo a prendere visione del Regolamento per tutte le informazioni riguardanti le modalità di iscrizione all’evento.

Organizzatori: 
FONMED - "Fondazione Sud per la Cooperazione e lo Sviluppo nel Mediterraneo".
Vincitori edizioni precedenti: 

Si è conclusa sabato 26 maggio la I edizione della Rassegna Internazionale del Cortometraggio MED-LIMES “Ai confini del Mediterraneo”, Immagini e racconti dai confini del Mediterraneo.

Nella giornata finale della manifestazione sono stati proiettati gli ultimi cinque cortometraggi in concorso. Nel pomeriggio la cerimonia di premiazione. Nella suggestiva cornice dell’Arco Catalano in via dei Mercanti a Salerno, si è proceduto alla consegna dei riconoscimenti assegnati dai componenti delle due giurie: la Giuria presieduta dal Prof. Alfonso Conte e la Giuria Giovani composta da una rappresentanza di studenti delle scuole medie superiori di Salerno.

Il 1° Premio è andato a “Spoon river a Lampedusa” del regista casertano Rosario Santella, un racconto per immagini che ha descritto il dramma dei migranti nelle acque del Mediterraneo con grande liricità e sensibilità. La Menzione speciale della Giuria è stata riservata all’opera di Virginia Barrett con il suo docufilm “A me resta la speranza”. La regista - presente a Salerno alla cerimonia conclusiva della manifestazione - ha sottolineato “l’importanza di non abituarsi alla tragedia dei migranti che ormai avviene quotidianamente sulle coste del Mediterraneo”. Molto toccanti le immagini degli sbarchi e l’approfondimento documentativo della sofferenza di donne, bambini e uomini che dopo la traversata “della disperazione” approdano sulle coste siciliane.

La Giuria Giovani - composta dagli alunni dell’Istituto d’Istruzione Superiore Giovanni XXIII - ha premiato “Spiderboy”, il cortometraggio della regista romana Linda Fratini dedicato all’importanza dell’amicizia come “antidoto” per combattere e vincere la discriminazione razziale.

La Giuria Ufficiale - presieduta dal Prof. Alfonso Conte, dell’Università degli Studi di Salerno e composta da Emanuela Braghin, Carmela Boniello e Aldo Galelli - ha evidenziato l’ottima qualità delle opere giunte alla prima edizione di “MED-Limes” che, sebbene alla prima edizione, ha riscontrato grande attenzione su tematiche di assoluta rilevanza sociale e culturale.

“Ritengo - ha sottolineato il presidente della Fonmed (Fondazione Sud per la Cooperazione e lo Sviluppo nel Mediterraneo), Giuliano D’Antonio - che questa prima edizione abbia raggiunto l’obiettivo di contribuire a richiamare l’attenzione sulla necessità di non perdere mai di vista i valori umanitari nella quotidiana sfida con la vita che tantissime persone combattono nelle acque del Mediterraneo. Il nostro minimale contributo è un seme di speranza per non dimenticarci mai di quanti hanno bisogno del nostro aiuto”.

Salerno, 28 maggio 2018