Lettera d'Amore

Regista: Riccardo Moccia

(2018) - Drammatico - 6'
Attori: 
Matteo Arisi



Sinossi: 
Nessuna trama, nessun personaggio, nessun luogo, nessuna idea, nessun autore, nessun teatro, nessun cinema, nessuno spettatore. Sempre altro nel discorso di prosa, altro senso o discorso, ipotetico semmai, onirico. La poesia è il centro della nostra comunicazione: scomunicata. In questo caso, di questo video escremento (dall'etimo, parte di se) si tratta -in maniera intrattabile, poetica- la questione dell'assenza, attraverso l'espediente dell'amore. L'amore, come tutti i sentimenti potenti che rendono invivibile questa vita, è impossibile da comunicare. Nel monologo disperso in voce introspettiva, al di la dell'essere -uomo/donna/adulto/bambino-, il testo di prosa è abolito, assoggettato a un inevitabile dramma già compiuto nel momento in cui lo stesso diviene segno, pretendendo di comunicarsi. Al di la del segno, il bianco testimonia la nostra piccolezza e impotenza al cospetto dell'ignoto, del mai visto e dell'incomprensibile. Noi siamo quel bianco lì, anche se impossibile ammetterlo, o tecnicamente impossibile rappresentarlo.
Produzione: 
Protesi
Sceneggiatura: 
Riccardo Moccia
Fotografia: 
Riccardo Moccia