I can't stay here anymore

Regista: Daniele Ricci, Alessio Morello

(2019) - Documentario - 16'


I can't stay here anymore
I can't stay here anymore I can't stay here anymore
Sinossi: 
Molti sono i senzatetto che decidono di dimorare intorno alle mura di piazza San Pietro, in cerca di aiuti e sicurezze da parte degli ecclesiastici. Il cortometraggio si concentra su uno di questi, documentandone le esperienze, le contraddizioni, gli ideali, i sogni di gloria, le sofferenze e le speranze. Jorg è un tedesco che ha viaggiato a lungo, talvolta senza cibo né acqua, come afferma egli stesso, e che adesso dorme in prossimità delle grandi colonne del Vaticano, circondato da quei preti e da quei fedeli che tanto irritano la sua personale e religiosa visione del mondo. Jorg ha folti capelli ed una barba lunga, occhi vispi, profonde rughe che gli solcano le guance: appare proprio come un “santone”, un uomo chiamato a profetizzare e a farsi carico di un’idea di mondo altamente critica nei confronti della chiesa cattolica, dell’umanità e delle sue abitudini, e che vedrà egli stesso incarnarsi, nella prossima vita, in un Gesù Cristo che finalmente migliorerà le condizioni della Terra. Jorg ha grani ideali di onnipotenza, ma è anche un uomo sofferente e solo. Il cortometraggio cerca di restituire questa fragilità, per mezzo di un montaggio associativo che mette in comunicazione concettuale ed espressiva parole, immagini e suoni, scavando nello sguardo di un uomo che lotta per una gloria ed una giustizia universale, ma che dentro gli occhi nasconde, come tutti gli uomini, stanchezza, travaglio, e una grande paura nei confronti dell’ignoto.
Produzione: 
Daniele Ricci Hedgiefilms
Sceneggiatura: 
Luigi d' Auria, Alessio Morello
Fotografia: 
Daniele Ricci